elettroAQustica e Premio Nazionale delle Arti 2018

elettroAQustica
Rassegna di arti sonore a intermediali

In occasione del 50esimo dalla fondazione del Conservatorio di L’Aquila, la Scuola di Musica Elettronica promuove la IV edizione della rassegna musicale e intermediale elettroAQustica, e accoglie quest’anno anche la Sezione Musica Elettronica del Premio Nazionale delle Arti, annualmente promosso dal MIUR nei Conservatori italiani.
La Scuola di Musica Elettronica del nostro Conservatorio vanta un’ormai ‘antica tradizione’, essendo stata fondata nel 1970 da Franco Evangelisti, uno dei pionieri della musica elettronica a livello internazionale. Da allora, la configurazione dei corsi è mutata più volte, prima con la docenza di Michelangelo Lupone, poi con gli attuali membri del dipartimento di Musica e Nuove Tecnologie. Viene offerto un percorso di Alta Formazione Accademica Musicale composto da un Triennio (equiparato alla corrispondente laurea) e di un Biennio superiore (equiparato alla corrispondente laurea). Oltre a fornire le basi conoscitive di una solida formazione artistica e scientifica, i corsi implicano attività di ricerca musicale, di produzione, di diffusione e didattica con le tecnologie elettroacustiche e digitali contemporanee, attraverso la realizzazione di eventi musicali che richiedono competenze specializzate, ma anche eterogenee e interdisciplinari.
La rassegna elettroAQustica è parte integrante di tale percorso formativo. Costituisce un momento di confronto col pubblico, a conclusione delle attività didattiche e di produzione creativa, puntando a quella stretta sinergia di musica, scienza e tecnologia che è peculiare della musica elettroacustica. L’obiettivo è quello di presentare, grazie anche a ospiti di rilievo nello scenario italiano e internazionale, opere contemporanee di vario tipo, anche nella loro eventuale forma spettacolare, contribuendo alla diffusione di tendenze, strumenti ed elementi di conoscenza che rinnovano il senso del concerto e le modalità di ascolto.

Il Dipartimento di Musica e Nuove Tecnologie

Visita gli eventi di elettroAQustica

 

XIII Premio Nazionale delle Arti

Il Conservatorio di L’Aquila è ben lieto di aver ricevuto quest’anno l’incarico di organizzare la Sezione Musica Elettronica del XIII Premio Nazionale delle Arti.
Fra le ragioni del nostro entusiastico accoglimento di questa proposta vi è stato senza dubbio il fatto che il nostro Dipartimento di Musica e Nuove Tecnologie già da diversi anni organizzava ogni anno con successo una manifestazione denominata elettroAQustica, come si intuisce dall’ammiccante nome, una manifestazione di ricerca e sperimentazione esclusivamente dedicata alle nuove tecnologie. Quest’ultima e la sezione di Musica e Nuove Tecnologie del Premio delle Arti, difatti, ci sono sembrate sin da subito l’una il naturale complemento dell’altra. Alla opportunità di proporsi e la necessità mettersi in gioco come studente propria del Premio delle Arti ne costituiranno naturale complemento l’opportunità di applicazione concreta e di promozione che una manifestazione di ricerca e di divulgazione, qual’è elettroAQustica, può offrire.
L’occasione è addirittura più significativa proprio in quest’anno in cui il Conservatorio celebra i cinquant’anni dalla sua istituzione. Cinquant’anni nei quali nel nostro Conservatorio si è caratterizzato fra l’altro per una particolare attenzione ed impegno nella didattica e nella sperimentazione creativa della musica elettroacustica e informatica, vantando in organico docenti sempre attivi in questo campo sia come compositori che come ricercatori.
A suggello della particolarità di questo anno e dell’evento in sé, i docenti di musica elettronica Agostino Di Scipio e Maria Cristina De Amicis hanno sapientemente invitato a far parte della giuria alcune figure di livello internazionale: il presidente sarà Barry Truax (pioniere della computer music e dell’ecologia acustica), coadiuvato da Alvise Vidolin (interprete elettronico per grandi nomi della composizione contemporanea nonché testimone degli sviluppi storici dell’informatica musicale in Italia) e dal giovane David Pirrò (una delle più emblematiche figure odierne di formazione “mista”, tecnico-scientifica e musicale). A loro va il benvenuto di tutto il nostro Conservatorio ed un ringraziamento per aver accettato di condividere con noi quest’evento.
Il nostro benvenuto, ancorché arricchito da un sincero e indiscriminato in bocca al lupo, va a tutti gli studenti venuti dai vari Conservatori italiani. Partecipando ad una delle quattro categorie con cui abbiamo pensato di organizzare la competizione (composizione di musica acusmatica, live electronics, video-musica, e interpretazione di brani di repertorio): essi offriranno certamente uno spaccato significativo della didattica attuale della Musica Elettronica italiana.

Il Direttore M° Giandomenico Piermarini

Visita gli eventi del XIII Premio Nazionale delle Arti – Sezione Musica Elettronica

FINALISTI E VINCIORI

 

Organizzazione, Direzione artistica e tecnica del
DIPARTIMENTO DI MUSICA E NUOVE TECNOLOGIE:
Maria Cristina De Amicis, Agostino Di Scipio, Alessio Gabriele, Marco Giordano

Allestimento
Pierpaolo Barbiero, Dennis Bastioni, Gabriele Boccio, Lorenzo Canzonetti, Emanuele Colabianchi, Maurizio Di Berardino, Pasquale Di Giovannatonio, Ugo Evangelista, Stefano Giacomelli, Carlo Giampaolni, Giordano Ianni, Luciano Ingrosso, Federico Mari Fiamma, Federico Martusciello, Antonio Martella, Michele Mastracci, Marco Petrone, Claudia Rinaldi, Simone Scarazza, Daniel Scorranese, Diego Sebastiani.